Salta al contenuto

Consulta i prodotti realizzati dalle scuole dei Laboratori del Sapere Scientifico che documentano i percorsi didattici basati sul modello LSS

Contenuto con Area Disciplinare Fisica

RIGNANO-INCISA VALDARNO - Che forza!

Dopo aver definito una forza, in base all’esperienza, si approfondiscono gli effetti che le forze possono provocare sugli oggetti, in particolari le deformazioni di tipo elastico o plastico. Attraverso l’utilizzo della bilancia a due piatti, poi, si arriva a concludere che il peso è una forza. L’utilizzo delle molle, invece, porta a verificare la legge di Hooke e ad utilizzarla per la costruzione di un rudimentale dinamometro. Nell’ultima parte del percorso si approfondisce il concetto di...

A. FRANK - CARRADORI - Eureka - la spinta di Archimede

Questo percorso sperimentale riguarda la gravità e il moto dei corpi nell’aria e nei liquidi. Alla fine del percorso, si capisce cosa è la spinta di Archimede. Cosa succede se misuriamo con un dinamometro la forza di attrazione da parte del nostro pianeta su vari oggetti, comunemente detta forza peso, sia nell’aria che nell’acqua? Vengono utilizzati dei cilindri graduati, che permettono anche di misurare il volume dell’oggetto immerso. Come pesi vengono utilizzati dei piccoli oggetti di...

IC E.FERMI - Facciamo Luce

Gli insegnanti di Matematica e Scienze hanno deciso di affrontare lo studio della luce con le loro classi seconde e naturalmente l’argomento ha sconfinato anche nel campo della Matematica e della Geometria: misurazioni, similitudini, simmetrie, proporzionalità, approssimazioni, hanno accompagnato i fenomeni ottici come la diffusione e anche il significato di riflessione, nonché aspetti di scienze inerenti la vista, in un vero e proprio compito di realtà.

RICASOLI - la propagazione del calore

Il percorso segue e completa un altro percorso "calore e temperatura" ed ha lo scopo di far oosservare i diversi modi in cui avviene la propagazione del calore e il comportamento di materiali diversi quando sono sottoposti a calore.
Tale percorso si realizza seguendo un procedimento induttivo: partendo dall’esperienza e dall’osservazione di un fenomeno per arrivare alla costruzione e alla definizione di nuovi concetti.

I.C. CINO DA PISTOIA- G.GALILEI - Esperienze attrattive: il magnetismo

Attraverso esperienze coinvolgenti, il percorso avvicina i bambini al complesso fenomeno del magnetismo.

I.C. CINO DA PISTOIA- G.GALILEI - Il segreto delle molle

Percorso laboratoriale che studia le molle e le forze coinvolte nel loro utilizzo nella vita quotidiana così come l’individuazione dei concetti di proporzionalità diretta ed inversa nel comportamento delle molle.

SCARPERIA SAN PIERO A SIEVE - La velocità

Il percorso si propone di approfondire i vari aspetti legati al concetto di velocità in modo laboratoriale e partecipativo. Attraverso una serie di esperienze pratiche i ragazzi vengono portati a comprendere la dipendenza della velocità dalla distanza e dal tempo e imparano a rappresentare i dati raccolti in un diagramma cartesiano. Scoprono il procedimento corretto per il calcolo grazie a problemi che prevedono il confronto di velocità sempre più simili tra loro. Esercizi appositamente...

I.C. DESIDERIO DA SETTIGNANO - Veloci ....ma non troppo

Il percorso riporta l'attenzione dello studente sulla costruzione del concetto di velocità attraverso esperienze laboratoriali significative che permettano di misurare le distanze percorse ed i tempi impiegati a percorrerle.
Il tutto è stato suddiviso in due fasi: il movimento e la velocità. Nella prima fase si avvicina lo studente al concetto di distanza percorsa su una data traiettoria e all'importanza di misurare la distanza stessa ed i tempi impiegati a percorrerla. Nella...

FRANCESCO CECIONI - La misura della Terra dai cammelli alle app

Dall'osservazione di un fenomeno quale l'ombra viene analizzato il percorso storico che conduce alla misurazione della Terra. Il percorso ha carattere pluridisciplinare perchè si utlizzano nozioni di geometria, di matematica (per la realizzazione di grafici) e di fisica.

VASARI - Volume e capacità passo passo

Il percorso si pone come obiettivo far comprendere agli alunni che i liquidi non hanno forma propria ma volume proprio. Successivamente si individuano le caratteristiche degli strumenti di misura per i corpi liquidi e quali sono le unità di misura più appropriate da utilizzare. Infine si affrontano altre situazioni problematiche come riuscire a misurare il volume di un corpo solido, la conservazione del peso e la dilatazione dei liquidi.
Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine e di fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie dei siti di Regione Toscana e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque altro link nella pagina acconsenti all'uso dei cookie