Salta al contenuto

Consulta i prodotti realizzati dalle scuole dei Laboratori del Sapere Scientifico che documentano i percorsi didattici basati sul modello LSS

I.C. MARTIRI DI CIVITELLA - Civitella in Val di Chiana (AR) - Linee e angoli

l percorso si sviluppa durante tutto l'anno scolastico e si compone di due parti: le linee e gli angoli. Il percorso didattico prevede molte attività pratiche ed è stato sperimentato e costruito sulla base di esperienze tra loro connesse.
Si è sviluppato con tempi lunghi ma ha dato ad ognuno l'occasione per la costruzione delle proprie conoscenze attraverso la sperimentazione individuale, la collaborazione e il confronto con i pari.

I.C. MARTIRI DI CIVITELLA - Civitella in Val di Chiana (AR) - Polveri, Miscugli e Soluzioni

Ogni bambino esplora le caratteristiche di alcune polveri e osserva fenomeni con un approccio scientifico: con l’aiuto dell’insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti. Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali.
Individua aspetti quantitativi e qualitativi nei...

I.C. LASTRA A SIGNA (FI) - LA FRAZIONE: una molteplicità di significati

Il percorso affronta il concetto di frazione in alcuni suoi significati. Si utilizzano oggetti, figure e numeri (ovvero elementi sia continui sia discreti) per costruire una rappresentazione della frazione come numero, collocarla sulla retta ed operare con essa nella risoluzione di situazioni problematiche.

VINCI - Ispettore Tonto

I BAMBINI ATTRAVERSO LA LETTURA DI UNA STORIA CHE FA DA SFONDO A TUTTO IL PERCORSO, SONO CHIAMATI A RISOLVERE ENIGMI MATEMATICI UTILIZZANDO VARIE CONOSCIENZE: GRAFICI,REBUS, CRITTO-LOGOGRIFO...
LA SCELTA DEL GIALLO HA FAVORITO IL COINVOLGIMENTO EMOTIVO DEGLI ALUNNI, STIMOLANDO IL RAGIONAMENTO LOGICO, TRAMITE LA FORMULAZIONE DI IPOTESI E L'ARGOMENTAZIONE DELLE PROPRIE TESI.

I.C. LIBERO ANDREOTTI - Il seme

All'inizio del percorso gli alunni hanno osservato e descritto il seme di fagiolo chiuso ed aperto, in particolare hanno scoperto la presenza dell'embrione. Hanno poi osservato altri semi dicotiledoni e monocotiledoni andando a verificare analogie e differenze. Da questo hanno capito cosa si può dire seme, quali sono cioè quelle parti che caratterizzano un seme, e sono arrivati ad una prima classificazione.
In un secondo momento gli alunni hanno osservato e seguito la...

I.C. LIBERO ANDREOTTI - Il mondo delle chiocciole

All'inizio del percorso i bambini hanno trovato le chiocciole in giardino e hanno deciso di portarle in classe, hanno riflettuto su come meglio accudirle e per questo hanno osservato le loro necessità e i loro movimenti. Ne hanno osservato poi le caratteristiche fisiche e le hanno riprodotte con l'utilizzo di vari materiali, hanno quindi prodotto manufatti. Con il loro corpo hanno provato ad essere delle chiocciole, riflettendo anche su quali movimenti il nostro corpo non può fare...

STATALE B.SESTINI - Addizioni e sottrazioni con le frazioni: dai problemi geometrici al m.c.m

Questo percorso è strettamente collegato alla documentazione degli stessi docenti dal titolo « Frazioni da figure geometriche equivalenti al confronto tra frazioni» ed è la sua naturale continuazione. In particolare, in questo documento presentiamo in modo dettagliato il lavoro svolto per trattare
•Risoluzioni di problemi geometrici che portano all’introduzione delle operazioni tra frazioni senza l’utilizzo di algoritmi o m c m
• Risoluzione di problemi anche non geometrici con...

RIGNANO-INCISA VALDARNO - Terra per scoprire

Il percorso costituisce un primo approccio scientifico all’ambiente che ci circonda. I bambini vengono guidati all’esplorazione del giardino, alla classificazione degli elementi principali da loro stessi raccolti e soprattutto all’individuazione delle proprietà della terra. Proprio questo elemento naturale viene manipolato con gli attrezzi e conosciuto mediante i cinque sensi. Dalle proprietà della terra e dalla manipolazione di oggetti di uso comune si arriva, poi, al concetto di duro e...

RIGNANO-INCISA VALDARNO - Che forza!

Dopo aver definito una forza, in base all’esperienza, si approfondiscono gli effetti che le forze possono provocare sugli oggetti, in particolari le deformazioni di tipo elastico o plastico. Attraverso l’utilizzo della bilancia a due piatti, poi, si arriva a concludere che il peso è una forza. L’utilizzo delle molle, invece, porta a verificare la legge di Hooke e ad utilizzarla per la costruzione di un rudimentale dinamometro. Nell’ultima parte del percorso si approfondisce il concetto di...

A. FRANK - CARRADORI - Aspetta ... che me lo immagino

Questa esperienza riguarda un centinaio di alunni di quattro classi prime, collocate in quattro scuole primarie. Le insegnanti hanno deciso di organizzare insieme un percorso che possa essere utile al conseguimento di abilità di calcolo mentale, visto che si tratta di una competenza di importanza cruciale nello sviluppo delle capacità matematiche e non facilmente raggiungibile, almeno da una parte di alunni. L'obiettivo è quello di accompagnare i bambini nella costruzione delle strategie...
Per migliorare l'esperienza di navigazione delle pagine e di fruizione dei servizi online, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici. Per informazioni sui cookie dei siti di Regione Toscana e su come eventualmente disabilitarli, leggi la "privacy policy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque altro link nella pagina acconsenti all'uso dei cookie